Assicurazione autocarro conto terzi: come funziona?

IN SINTESI – L’assicurazione autocarro conto terzi prevede che il contraente stipuli la polizza e paghi il premio ma l’indennità verrà corrisposta ad un soggetto terzo stabilito a priori.

Quando si stipula un’assicurazione autocarro, qualunque sia l’utilizzo, il processo è abbastanza lineare: ho un autocarro, lo uso, lo assicuro, l’assicurazione mi copre.

Esiste però un tipo specifico di polizza per autocarri che viene stipulata da coloro i quali fanno un uso professionale dell’autocarro per conto di qualcun altro, quale ad esempio il trasporto merci.

Si parla ovviamente dell’assicurazione autocarro conto terzi.

Questo tipo di assicurazione, infatti, è stata pensata proprio per chi, per professione, trasporta merci di qualsiasi tipo per conto di qualcun altro.

Facciamo un esempio pratico: un rivenditore riceve un ordine online e incarica un corriere di spedire la merce al cliente. Il corriere avrà bisogno di un’assicurazione autocarro conto terzi per il suo mezzo.

Come funziona un’assicurazione autocarro conto terzi

Tecnicamente l’assicurazione autocarro conto terzi funziona come una polizza tradizionale , con la differenza che in questo caso il contraente e il beneficiario del premio sono due persone diverse.

Spesso il beneficiario del premio è specificato già al momento della firma del contratto, per cui il soggetto terzo che beneficerà del premio è già conosciuto. Comunque, è anche possibile non stabilire tale condizione, lasciando che il premio sia previsto per chi risulta come beneficiario qualora accadesse un sinistro. In quest’ultimo caso, si parla di assicurazione autocarro conto di spetta.

Tornando all’esempio precedente, se il corriere effettua spedizioni sempre per lo stesso rivenditore in quanto legato a quest’ultimo da un rapporto commerciale esclusivo, sarà il primo a contrarre la polizza assicurativa, ma il secondo a beneficiare del premio. Se invece il corriere effettua spedizioni per vari rivenditori, il beneficiario cambierà di volta in volta.

Ultimo dettaglio importante: l’assicurazione autocarro conto terzi non copre il trasporto di merce appartenente al contraente stesso.

POLIZZA AUTOCARRO
CARATTERISTICHE E VOTO
CALCOLO PREVENTIVI
Logo Genertel
- Sospensione e riattivazione polizza
- SOS telefonico per assistenza CID
- Coperture "business continuity"
- Copertura per danni causati da attività carico e scarico

Consigli per risparmiare sull’assicurazione autocarro conto terzi

Essendo questo un tipo di assicurazione basato sulla merce trasportata, possiamo adottare alcuni accorgimenti affinché il costo si abbassi: innanzitutto, dichiarare il tipo di merce che si trasporta può consentire all’assicuratore di valutare meglio il rischio connesso all’attività professionale che il contraente conduce. E se si trasporta un tipo di merce diverso da quello che viene abitualmente caricato sul mezzo, è possibile stipulare un’assicurazione autocarro conto terzi temporanea, senza quindi essere costretti a un incremento di premio.

Un altro consiglio è quello di valutare l’inserimento di una franchigia tra i termini del contratto, seppur con il rischio di dover risarcire terze persone di tasca propria.

Infine, può essere utile confrontare un ampio numero di preventivi e valutare pro e contro di ogni offerta.

Assicurazione autocarro conto terzi: come funziona?
Vota la Guida