Assicurazione autocarro: come funziona?

IN SINTESI – Le polizze autocarri sono i prodotti assicurativi pensati per mezzi adibiti al trasporto di persone o cose la cui massa è uguale o inferiore ai 35 quintali.

Definizione di autocarro

Assicurare il proprio veicolo è un obbligo stabilito dalla legge, ma allo stesso tempo si tratta di un onere che incide anche in modo consistente sul proprio bilancio.

E se questa considerazione è più che valida per le auto, figurarsi per gli autocarri, categoria di mezzi ben più complessa rispetto alle semplici autovetture.

In un certo senso, infatti, le assicurazioni per autocarri presentano diversi vantaggi che fanno gola a molti, ma allo stesso tempo, per ovviare alla possibilità che qualcuno ne faccia un uso illecito, ci sono anche molte limitazioni di cui tener conto.

Ma innanzitutto, cosa intendiamo per autocarro?

Un autocarro è un veicolo la cui massa è inferiore o uguale a 35 quintali, adibito al trasporto di cose e delle persone addette all’uso o al trasporto di tali cose.

Spesso vengono impropriamente chiamati camion o furgoni, ma è importante ricordare il parametro del peso: se è meno di 35 quintali, il veicolo è un autocarro.

Chi può ottenere un’assicurazione autocarro, come funziona la classificazione e perché

Può ottenere un’assicurazione autocarro chi è in possesso di un mezzo definito come tale e ne fa un uso privato o professionale, quest’ultimo sia per conto proprio che per conto terzi.

Può contrarre un’assicurazione autocarro anche chi è in possesso di mezzi speciali quali gru, scavatrici, carri funebri, ambulanze, chioschi ambulanti e così via.

Inoltre, può contrarre questo tipo di polizza anche chi è in possesso di un SUV o un pickup. Per questi mezzi, infatti, funziona l’assicurazione autocarro come funziona l’assicurazione auto, poiché possono essere considerati una sorta di ibrido tra le due categorie.

Questo accade perché a fare la differenza nelle assicurazioni per autocarri non è l’età del conducente o la cilindrata del veicolo , ma la sua massa, appunto. Ed è noto come i SUV abbiano una cilindrata alta e una massa bassa, se classificati come autocarri.

Onde evitare che qualcuno possa approfittarsi di questa scappatoia, affinché un SUV o un pickup possa essere assicurato come autocarro, è necessario che il veicolo sia stato immatricolato come autocarro e che tale dicitura appaia sul libretto di circolazione , ma a quel punto entrano in gioco tutte le limitazioni tipiche degli autocarri, cioè il dovere di dichiarare il tipo di materiale trasportato e l’impossibilità di utilizzare il mezzo al di fuori degli orari lavorativi e nei giorni festivi.

POLIZZA AUTOCARRO
CARATTERISTICHE E VOTO
CALCOLO PREVENTIVI
Logo Genertel
- Sospensione e riattivazione polizza
- SOS telefonico per assistenza CID
- Coperture "business continuity"
- Copertura per danni causati da attività carico e scarico

Cosa stabilisce l’ammontare del premio assicurativo

Abbiamo citato il fatto che i dati anagrafici del conducente e la cilindrata dell’autocarro non sono importanti ai fini del calcolo del premio assicurativo che si andrà a pagare, ma esistono altri parametri che fanno oscillare il costo dell’assicurazione:

  • Massa del veicolo: questo è in assoluto il più importante discriminante che contribuisce
    al premio;
  • Presenza di coperture opzionali: se si desidera una copertura addizionale contro altri tipi di eventi
    avversi o che differiscono dalla responsabilità civile, andrà messo in
    conto;
  • Presenza di una franchigia e relativo importo: la franchigia è la somma di denaro che il contraente è disposto a
    coprire di tasca sua in caso di sinistro con colpa e se esiste, abbassa il costo dell’assicurazione in misura direttamente proporzionale al suo ammontare;
  • Durata: anche la durata incide molto sul premio assicurativo e con la disponibilità di polizze temporanee sempre nuove, è un parametro da non sottovalutare.

Assicurazione autocarro: come funziona la liquidazione

In via di principio, le modalità di liquidazione del danno sono simili a quelle per gli altri tipi di veicoli, con l’assicurato che
deve presentare richiesta di risarcimento alla compagnia entro tre giorni dal sinistro. Sarà poi la compagnia a valutare il danno attraverso
l’intervento di periti e a chiarire la dinamica dell’incidente, dopodiché la liquidazione viene pagata direttamente dalla propria compagnia.

Assicurazione autocarro: come funziona?
Vota la Guida