Conto corrente economico: è sempre la soluzione migliore?

Con l’introduzione delle banche on line si sono affermati sul mercato conti correnti economici spesso privi di spese fisse e variabili. Nella scelta del conto, tuttavia, l’economicità non è tutto ma occorre valutare anche altri aspetti come i servizi e i rendimenti.

Per chi sono consigliati i conti economici?

Se si da un’occhiata a quelle che sono le offerte disponibili sul mercato ci si rende conto che esiste un ecosistema molto articolato riguardo ai conti correnti; all’interno di questo ecosistema si stanno ritagliando una posizione dominante nelle scelte della clientela i conti online più economici ed in particolare una specifica categoria di prodotti definiti “conti correnti a zero spese”.

Grazie alla quasi totale assenza di filiali (e dipendenti) sul territorio ed quindi ai minori costi logistici, le banche che operano su internet non solo sono in grado di proporre prodotti molto economici, ma riescono anche ad assicurare un minimo di redditività sulle cifre depositate.

È ovvio dire che tutti vorrebbero un conto corrente economico; bisogna però ammettere che per talune categorie di utenze l’economicità del conto diventa una caratteristica imprescindibile.

Pensiamo ad esempio ai giovani: perché un giovane dovrebbe avere bisogno di un conto corrente? L’esempio più immediato è quello di un ragazzo o di una ragazza che si affacciano per la prima volta sul mondo del lavoro e che quindi necessitano di un conto corrente per riscuotere lo stipendio.

Ma anche i giovani che non lavorano necessitano di un conto: pensiamo agli studenti universitari fuori sede che hanno bisogno da un lato di ricevere denaro dai propri genitori, e dall’altro di spenderlo per sostenere tutte le loro spese mensili.

Lavoratori o no, la bassa capacità di spesa di un giovane, ci spinge necessariamente ad immaginare per questa particolare categoria di risparmiatori un conto a zero spese, meglio se arricchito delle nuove funzionalità di gestione telematica come l’home banking o il mobile banking, che danno al giovane in questione la possibilità di gestire il proprio conto in completa autonomia via internet.

Quella dei giovani non è l’unica categoria per la quale un prodotto economico o meglio ancora a zero spese diventa auspicabile per la gestione dei risparmi.
Pensiamo ad esempio a quanto potrebbe essere utile un conto corrente per un condominio. Sappiamo tutti quali siano le difficoltà e le spese che devono sostenere i condomìni. Con un conto economico viene data all’amministratore la possibilità di gestire tutti i flussi finanziari in entrata ed in uscita senza spendere un patrimonio.

Lo stesso discorso valer per le aziende. Per anni le banche ci hanno fatto credere che i conti per le aziende dovessero essere per forza onerosi. Ma non è così. Infatti diverse banche, soprattutto quelle online, sono in grado di presentare offerte di conto con servizi ritagliati specificatamente sulle esigenze delle singole aziende ma con costi fissi e variabili assolutamente ridotti se non proprio irrisori.

I conti correnti più economici

CONTO
COSTI
VOTO / VANTAGGI
ATTIVAZIONE CONTO
Widiba
conto widiba
Canone: Gratis
Bollo: Gratis < 5000 €
Canone c. di credito: Gratis
ZERO SPESE - INTERESSI 1,8%
Buono Amazon Fino a 500 €
(Promo Valida fino Al 14/12/16)
canonegratuito, cartagratuita, remunerato, promozione
Che Banca! Conto Corrente
conto corrente chebanca
Canone: Gratis
Bollo: Sempre Gratis
Canone c. di credito:24€
ZERO SPESE - Bollo Sempre Gratis
Buono Zalando / Eprice 100 €
(Promo Valida fino Al 31/01/17)
canonegratuito, bollogratuito,
Credem Conto Più
Canone: Gratis
Bollo: Gratis < 5000 €
Canone c. di credito: Gratis 1 anno
ZERO SPESE - INTERESSI 0,5%
canonegratuito, cartagratuita, remunerato
Hello Bank BNL
Canone: Gratis
Bollo: Gratis < 5000 €
Canone c. di credito: Gratis
Buono Amazon 150€
ZERO SPESE - INTERESSI 1%
canonegratuito, remunerato, cartagratuita, promozione
Che Banca! Conto Yellow
conto corrente chebanca
Canone: 24€ azzerabile
Bollo: Gratis < 5000 €
Canone c. di credito:24€
ZERO SPESE - INTERESSI 1%
canonegratuito, remunerato
Fineco
conto corrente arancio
Canone: Gratis
Bollo: Gratis < 5000 €
Canone c. di credito: 19 €
ZERO SPESE
canonegratuito
Ing Direct
conto corrente arancio
Canone: Gratis
Bollo: Gratis < 5000 €
Canone c. di credito: Gratis
ZERO SPESE
canonegratuito, cartagratuita
Credem Zero Per te
Canone: Gratis
Bollo: Gratis < 5000 €
Canone c. di credito: Gratis
ZERO SPESE - Servizi Online Gratis
canonegratuito, cartagratuita,

L’economicità non è tutto!

Sin qui abbiamo decantato le lodi dei conti economici. Tuttavia bisogna considerare che non sempre i conti gratuiti possono essere considerati in assoluto quelli più convenienti.

Può sembrare un controsenso ma è non così, e per capirlo dobbiamo partire da una domanda molto semplice che è: a cosa ci serve il conto corrente? Domanda banale dalla cui risposta però dipende la scelta di propendere per una soluzione piuttosto che per un’altra.

In generale dobbiamo considerare che il miglior conto corrente è quello in grado di soddisfare le nostre esigenze ed aspettative (che variano da persona a persona); ciò spiega perché, se i nostri “desiderata” sono circoscritti al solo aspetto del costo allora un conto corrente online economico potrebbe tranquillamente essere la soluzione migliore.

Se invece cerchiamo una soluzione più complessa, in grado di far convergere requisiti particolari come la possibilità di fare investimenti, di richiedere prestiti personali o per la propria attività lavorativa, o di avere un rapporto di assistenza diretta con la banca allora dobbiamo aprirci ad un maggior numero di ipotesi all’interno delle quali scegliere.

Tutto ciò ci porta ad una considerazione finale che è la seguente: se è vero che non è possibile definire un conto corrente che sia migliore in assoluto, è altrettanto vero che la tecnica per trovare il conto migliore per noi è quella di comparare nel dettaglio le varie offerte presenti sul mercato e decidere solo alla fine quale conto accendere.