Guida alla scelta del conto più conveniente

I costi e i servizi sono alcuni dei parametri più importanti per individuare i conti più convenienti. Tuttavia, non esiste in assoluto un conto corrente più conveniente degli altri; ogni risparmiatore deve, quindi, valutare le proprie esigenze e capire quale prodotto possa adattarsi meglio alle sue esigenze.

Non esiste un conto più conveniente in assoluto!

Il rapporto tipico dell’italiano medio con la propria banca non è proprio dei migliori. È opinione diffusa tra i correntisti quella secondo cui le banche tendono applicare costi troppo alti su dei prodotti, quali i conti correnti, in cui in definitiva è il correntista a metterci i soldi, e non il contrario.

In questa sensazione c’è un qualcosa di vero e qualcosa che invece è solo un retaggio del passato. Oggi, grazie all’incredibile varietà di offerte disponibili all’interno del mercato bancario, chiunque può trovare il conto corrente bancario più conveniente rispetto al proprio profilo di risparmiatore. Questo è un punto importante da capire e smarcare.

Alcuni slogan pubblicitari tendono infatti a volerci fare credere che esista in assoluto il conto bancario più conveniente. Ma questa è in realtà una semplificazione assolutamente errata perché non è possibile dire che esiste un conto corrente più vantaggioso in assoluto.

La verità è che invece un conto corrente potrebbe risultare vantaggioso per qualcuno mentre per qualcun altro potrebbe non esserlo. Questa differenza nella percezione del prodotto nasce dal fatto che ognuno di noi ha rispetto al proprio conto diverse aspettative e soprattutto ne fa un utilizzo differente. Ecco quindi che il concetto di conto corrente conveniente cambia da persona a persona in base alla capacità della singola offerta di assecondare le aspettative e le necessità del singolo correntista.

Conti online convenienti

CONTO
COSTI
VOTO / VANTAGGI
ATTIVAZIONE CONTO
Widiba
conto widiba
Canone: Gratis
Bollo: Gratis < 5000 €
Canone c. di credito: Gratis
ZERO SPESE - INTERESSI 1,8%
Buono Amazon Fino a 500 €
(Promo Valida fino Al 14/12/16)
canonegratuito, cartagratuita, remunerato, promozione
Che Banca! Conto Corrente
conto corrente chebanca
Canone: Gratis
Bollo: Sempre Gratis
Canone c. di credito:24€
ZERO SPESE - Bollo Sempre Gratis
Buono Zalando / Eprice 100 €
(Promo Valida fino Al 31/01/17)
canonegratuito, bollogratuito,
Credem Conto Più
Canone: Gratis
Bollo: Gratis < 5000 €
Canone c. di credito: Gratis 1 anno
ZERO SPESE - INTERESSI 0,5%
canonegratuito, cartagratuita, remunerato
Hello Bank BNL
Canone: Gratis
Bollo: Gratis < 5000 €
Canone c. di credito: Gratis
Buono Amazon 150€
ZERO SPESE - INTERESSI 1%
canonegratuito, remunerato, cartagratuita, promozione
Che Banca! Conto Yellow
conto corrente chebanca
Canone: 24€ azzerabile
Bollo: Gratis < 5000 €
Canone c. di credito:24€
ZERO SPESE - INTERESSI 1%
canonegratuito, remunerato
Fineco
conto corrente arancio
Canone: Gratis
Bollo: Gratis < 5000 €
Canone c. di credito: 19 €
ZERO SPESE
canonegratuito
Ing Direct
conto corrente arancio
Canone: Gratis
Bollo: Gratis < 5000 €
Canone c. di credito: Gratis
ZERO SPESE
canonegratuito, cartagratuita
Credem Zero Per te
Canone: Gratis
Bollo: Gratis < 5000 €
Canone c. di credito: Gratis
ZERO SPESE - Servizi Online Gratis
canonegratuito, cartagratuita,

I fattori da considerare per determinare se un conto corrente è conveniente

Abbiamo quindi visto che non esistono conti correnti più vantaggiosi in assoluto. Ma come possiamo invece trovare il miglior conto corrente per noi, per la nostra famiglia e per le nostre esigenze? La buona notizia a riguardo è che esiste una ricetta quasi infallibile per trovare il conto più conveniente, ma servono metodo e regole per trovarlo.

Esperienze passate

Cominciamo innanzitutto con il definire il punto di partenza nella ricerca. Punto di partenza che deve necessariamente essere un’analisi delle nostre pregresse esperienze in materia di conti, ponendoci queste domande: abbiamo già avuto un conto corrente in passato? Quale è stato il nostro feeling rispetto ai vari conti correnti che abbiamo avuto? Abbiamo avuto difficoltà ad aprire un vecchio conto corrente?

Rispondendo a queste prime domande non faremo altro che fissarci, involontariamente, dei criteri che saranno quelli secondo cui andremo a fare una prima scrematura quando andremo a confrontare i conti correnti. Se infatti un certo conto ci ha dato problemi in passato non ha senso ricalcare lo stesso errore, e meglio faremo a cercare altrove una banca più conveniente ed affidabile.

Ma le esperienze pregresse, per positive o negative che siano, non possono essere il nostro unico metro di giudizio se vogliamo trovare conti correnti vantaggiosi. Abbiamo infatti bisogno di definire dei metodi che siano buoni in assoluto.

Quali sono? Non è poi così complicato definirli. Questi metodi sono infatti strettamente legati a quelli che sono i principali fattori caratterizzanti di un conto.

I costi

Uno di questi fattori è il costo. Anzi, forse a dirla tutta, oggi il costo è la discriminante principale nella scelta di un nuovo conto corrente e non a caso il trend di scelta che va per la maggiore negli ultimi tempi è quello di orientarsi verso conti correnti a zero spese. Perché?

Perché rispetto al passato i risparmi medi del singolo correntista si sono abbassati. Tra tasse e spese è diventata quasi un’impresa mettere da parte qualche euro, ed anche chi ci riesce a farlo tende a scegliere soluzioni diverse per far fruttare il proprio denaro, soluzioni come i conti deposito. Ecco quindi che in queste condizioni la soluzione è quella di scegliere un conto corrente economico per mettere a sicuro quei pochi risparmi disponibili, senza però spendere troppo.

Il rendimento

Involontariamente abbiamo toccato un secondo elemento caratterizzante dei conti che è quello legato alla capacità del conto di far fruttare le cifre depositate. Purtroppo questa è in generale una nota dolente quando si parla di conti. Molti di questi strumenti, soprattutto quelli proposti dalle banche tradizionali, hanno rendimenti praticamente uguali a zero. Non tutti però. C’è qualche conto corrente online che è in grado di proporre tassi di interesse attivi netti anche dell’ordine dell’1%. Non è molto ma è sempre meglio di niente.

Ovviamente non possiamo limitarci a definire criteri di scelta, dobbiamo anche applicarli. E per applicarli non dobbiamo fare altro che mettere a confronto le varie proposte disponibili sul mercato. Per velocizzare il confronto ci si può inizialmente concentrare sui conti pubblicizzati su internet, che se non altro sono più facilmente consultabili.

Direttamente dal pc di casa possiamo quindi trovare il conto corrente online più conveniente analizzando una per una le varie proposte ed andando a verificare all’interno di ogni singola proposta le caratteristiche di redditività e di costo prima analizzate.

I Servizi

Dopo aver valutato i costi e in generale il rendimento occorre considerare i servizi offerti. Questi andranno valutati in base alle proprie esigenze; in ogni caso esiste una serie di servizi che chiunque dovrebbe considerare prima di aprire un conto.

Tra i servizi che dobbiamo “esigere” dal nostro conto corrente ci sono l’home banking ed il mobile banking, ovvero la possibilità di gestire il costo da casa, via pc, o anche quando siamo in mobilità tramite smartphone e tablet.

Tra le operazioni che sono solitamente comprese nei pacchetti homebanking e mobile banking, c’è l’invio di bonifici online, i pagamenti delle ricariche telefoniche e delle bollette, la gestione dei saldi del conto e delle carte di credito.
Bisogna, inoltre, valutare la possibilità di richiedere servizi avanzati come ad esempio i finanziamenti, i fidi, i prestiti personali ed anche i mutui.