Assicurazione Kasko

La polizza kasko copre i danni subiti da una vettura anche se sono stati causati dal guidatore stesso.

A cosa serve la polizza kasko?

Avete mai fatto caso che la polizza auto di base, la famosa RCA, che noi paghiamo regolarmente ogni anno è in realtà un balzello che non andrà mai a nostro “reale” beneficio ma piuttosto a favore di qualcun altro?

Sì perché, semmai la nostra assicurazione si dovesse ritrovare a rimborsare qualcuno, quel qualcuno non saremmo certamente noi ma i terzi (persone o cose) da noi danneggiati. È questo lo strano “scherzo” della Responsabilità Civile, una formula assicurativa, l’unica realmente obbligatoria, messa a “protezione e sicurezza degli altri” rispetto ai nostri comportamenti.

Come avviene nella maggior parte dei casi, quando c’è un sinistro, tutti i mezzi coinvolti possono riportare dei danni più o meno gravi. Se questo sinistro è stato causato con colpa da noi allora, come anticipato, la nostra polizza rca di base provvederà a risarcire solo la terza parte dai danni arrecati.

E se anche il nostro veicolo risulta danneggiato? Ammaccature, fanali rotti, danni al motore o agli organi elettronici: chi paga? Purtroppo se il sinistro è stato causato da noi, saremo sempre noi a doverci pagare le spese per il ripristino del mezzo. In questo modo saremmo doppiamente danneggiati perché da un lato sconteremo quasi sicuramente un aumento della polizza assicurativa visto che ad ogni sinistro con colpa c’è un aumento di due classi di rischio, dall’altro sempre il nostro portafogli dovrà sostenere i salatissimi costi di riparazione del nostro mezzo.

Ci sono alternative a questa situazione? In realtà un’alternativa c’è, non è certo proprio economicissima, ma c’è. È la polizza Kasko.

In cosa consiste? una polizza Kasko potrebbe essere vista come una copertura assicurativa per la responsabilità civile verso noi stessi. In altre parole, attraverso una polizza Kasko, ci si assicura contro tutti quei danni provocati da noi a seguito di imperizia nella guida del mezzo o per i danni conseguenti ad un sinistro con colpa.

Preventivo polizze kasko

Polizza auto
Caratteristiche e Voto
Calcolo preventivi Gratuito
Logo Genertel
- Infortuni conducente con massimale 25000 € - Soccorso stradale h24

- Assistenza sinistri all inclusive - Mobile app

Logo Zurich
Risparmia fino al 40% - Sconto amici e famiglia fino al 10%

- App gratuita "Save As You Drive"

Logo Generali
Preventivo Immediato - Più grande compagnia italiana di assicurazioni
Logo Genialloyd
RCA 100% Digitale - 6 Sigilli Istituto Tedesco Qualità e Finanza
Logo Axa
Assistenza Plus - Protezione dai veicoli non assicurati

Quando conviene stipularla?

Esistono  due casistiche entro le quali può essere utile prendere in considerazione la stipula una polizza Kasko: c’è innanzitutto una prospettiva che è trasversale a tutti i profili di automobilista; con la Kasko, infatti, andiamo a coprire quella mancanza di protezione della RCA, avendo così la certezza di non dover sostenere di tasca propria i costi di riparazione conseguenti ad un sinistro con colpa.

Il secondo caso è quello dei neopatentati ma anche di coloro che posseggono un mezzo nuovo e di valore e vogliono, quindi, una copertura “massima”.

Le principali tipologie di polizza kasko

Anche se il termine kasko viene utilizzato per indicare una specifica garanzia accessoria in realtà la questa copertura comprende diverse sotto-categorie.

Kasko completa

Esiste ad esempio quella che viene chiamata la Kasko completa, in cui l’assicurazione presso la quale è stata attivata la polizza si fa carico dei danni a prescindere dalla responsabilità dell’assicurato; in questo caso ad esempio l’assicurazione rimborserà anche quei danneggiamenti subiti dal veicolo quando è fermo.

Massimale assoluto e massimale relativo

A sua volta una tale tipologia di polizza Kasko può funzionare secondo uno schema a massimale assoluto o a massimale relativo. Nel primo caso la compagnia assicuratrice che eroga la Kasko fissa un tetto massimo al rimborso che è disposta a concedere, a prescindere dal valore del mezzo. Rimborsi superiori a questo massimale dovranno essere pagati dall’’assicurato per la quota eccedente.

Con il massimale relativo invece, l’ammontare massimo del rimborso offerto dall’assicurazione viene calcolato in base al valore del mezzo al momento della stipula della polizza. Esiste infine un’ulteriore tipologia che è quella in cui il massimale è relativo ed in più viene anche prevista una franchigia; con questa formula la compagnia rimborserà i danni che hanno un importo superiore alla franchigia e comunque minore del massimale relativo.

La scelta tra Kasko completa, a massimale assoluto o relativo è assolutamente soggettiva e viene dettata da considerazioni di carattere economico nonché dalla propensione del singolo ad assumersi il rischio.

Come risparmiare sul costo di questa copertura?

Parlando di costi è bene sottolineare subito che la Kasko è una di quelle polizze auto non obbligatorie. Questo è un punto importante perché, essendo un trattamento assicurativo opzionale va fuori da quelle che sono alcune logiche “monopolistiche” tipiche del comparto assicurativo.

Prima ancora di vedere come è possibile risparmiare sul costo della polizza Kasko c’è un passaggio fondamentale da smarcare che è quello relativo alla tipologia di nostro interesse. Abbiamo visto quali sono quelle principali: ebbene le differenze tra ognuna di loro non riguarda solo la copertura ma anche il costo. In generale bisogna considerare che maggiore è il grado di copertura di una polizza Kasko maggiore sarà il suo costo.

L’ideale sarebbe un compromesso tra prezzo e coperture, per trovare, così, la tipologia di polizza Kasko più adatta alle nostre esigenze, o a quelle dei nostri figli, se la stiamo acquistando per loro.

Una volta definita con chiarezza qual è il set di coperture minime di cui abbiamo bisogno, non ci resta che verificare quelle che sono le offerte che arrivano dal mercato. Il consiglio a questo punto, è quello di calcolare il maggior numero possibile di preventivi.

Fate attenzione alle proposte delle compagnie che vendono polizze assicurative on line, perché sono le più economiche! Memorizzate sempre sul vostro pc i preventivi che calcolate online, perché se poi decidete di procedere all’acquisto, potrete esigere il mantenimento del costo indicato all’interno del preventivo in vostro possesso.

A prescindere che acquistiate la vostra polizza Kasko online piuttosto che presso il vostro broker di fiducia, leggete sempre con estrema attenzione il foglio informativo in cui sono elencati i casi in cui la protezione attiva, e quelli che invece sono esclusi. Questa maggior attenzione iniziale vi servirà ad evitare spiacevoli sorprese in seguito.