Prestiti personali senza busta paga: Cosa sono e come richiederli

La richiesta delle busta paga è uno dei primi passi che banche e finanziarie compiono per la concessione di un prestito personale. Ma cosa avviene quando il soggetto che richiede il prestito non è in possesso di una usta paga? Analizziamo tutti i casi possibili, considerando le possibilità di accesso ai prestiti personali senza busta paga.

Prestito personale senza busta paga, ma con un reddito dimostrabile

La busta paga è la modalità più semplice per dimostrare la percezione di un reddito, ma non è l’unica. Infatti non è detto che chi non è in possesso di una busta paga non sia comunque un percettore di reddito. Il caso più comune è dato dai lavoratori autonomi e dalle partite IVA in generale. In questo caso non esiste un reddito dimostrabile tramite un cedolino paga, ma l’accesso ai prestiti personali senza busta paga è subordinato alla possibilità di dimostrare la presenza di un reddito effettivo. Nel caso dei lavoratori autonomi e delle partite IVA, le finanziarie o chi eroga il prestito, richiedono la presentazione dell’ultima dichiarazione dei redditi. Il numero di documenti reddituali richiesti potrebbe essere però maggiore (ad esempio due), soprattutto per le attività avviate da poco tempo o per i redditi meno elevati. In questo caso il reddito dimostrabile equivale in tutto e per tutto ad una busta paga e il soggetto richiedente può accedere con semplicità ai prestiti personali dedicati a questa specifica categoria di persone.

PRESTITO
VOTO / VANTAGGI
CALCOLO PREVENTIVO GRATIS
Agos
agos
Fino a 30.000€
SCEGLI IL FINANZIAMENTO, RICHIEDILO ORA
Signor Prestito
si prestito
Cessione Del Quinto
PER DIPENDENTI PUBBLICI E PENSIONATI
Si Prestito
si prestito
Prestiti fino a 60.000
A PICCOLE RATE - ANCHE PER CATTIVI PAGATORI
Il Tuo Prestito
si prestito
Prestiti a condizioni vantaggiose
PER DIPENDENTI PUBBLICI E PRIVATI

Il caso particolare dei pensionati

Si potrebbe essere indotti a includere i pensionati tra coloro che non percepiscono una busta paga. Anche se ciò rappresenta il vero, è però da considerare che la percezione di un assegno pensionistico rappresenta a tutti gli effetti un’entrata fissa, che permette di equiparare i pensionati ad un dipendente pubblico o privato. Per questo, oltre che a prodotti specifici dedicati, anche i pensionati possono accedere alla richiesta di un prestito personale con busta paga, la cui fattibilità è valutata in maniera non diversa da quanto accade per gli altri soggetti.

I prestiti personali senza busta paga in assenza di reddito

Diversamente da pensionati e lavoratori autonomi, esistono anche categorie di persone non in possesso di busta paga o di altro reddito. Gli esempi più tipici sono quelli dei disoccupati, dei giovani, degli studenti o delle casalinghe. L’assenza di un reddito non implica però l’esclusione in automatico dal mercato dei prestiti personali. Infatti i prestiti senza busta paga si rivolgono anche a questi gruppi di persone, con prestiti formulati appositamente per le categorie specifiche a cui un soggetto può essere ricondotto. Anche in assenza di reddito sono diverse le situazioni che si possono presentare: analizziamo cosa avviene in assenza o in presenza di garanzie.

Prestiti personali senza busta paga ma con garanzie

In assenza di una busta paga è giudicata molto positivamente la possibilità di presentare garanzie a sostegno della propria richiesta di prestito personale senza busta paga. La garanzia maggiormente accettata è la presenza di un garante, cioè di una persona che sottoscrive il prestito insieme al richiedente, assumendosene le responsabilità in caso di impossibilità di pagamento. Oltre al garante possono essere utilizzati come garanzia beni personali del richiedente, come gli immobili, ma anche beni mobili, come ad esempio le assicurazioni sulla vita o la pensione che verrà percepita in futuro.

Prestiti personali senza busta paga e senza garanzie

Tuttavia nella richiesta dei prestiti personali senza busta paga, non sempre è possibile presentare una garanzia aggiuntiva. Questo non significa che la possibilità di accedere ai prestiti senza busta paga sia compromessa. Infatti banche e finanziarie hanno creato prestiti pensati nello specifico per questa eventualità, conferendo così anche ai soggetti non in possesso di una busta paga una possibilità di accesso al credito.

Un esempio di questa tipologia di prestito personale è data dai prestiti cambializzati (per i dettagli specifici di questo prestito si faccia riferimento alla scheda dedicata presente nel sito) o dai prestiti fiduciari concessi agli studenti o ai disoccupati, anche in assenza di alcun tipo di garanzia.
Significativa è anche la presenza di piccoli prestiti personali, concessi per importi ridotti e ai quali l’accesso è di solito più agevole rispetto ai prestiti di maggiore entità.

Prestiti senza busta paga: confrontare per scegliere al meglio

A prescindere dalla presenza o meno di una garanzia a tutela di chi eroga il prestito, è sempre consigliato confrontare tra loro il maggior numero di prestiti personali, per trovare il prestito senza busta paga più adatto alle proprie esigenze. Molto utile da questo punto di vista è la possibilità data dai comparatori online, strumenti efficaci nella ricerca di ogni tipo di prestito personale, prestiti senza busta paga online inclusi.