Prestiti personali per giovani: come ottenere un prestito?

Cosa sono e a chi si rivolgono i prestiti personali per giovani? Quali sono i requisiti richiesti per concedere un prestito a un ragazzo? Scopriamolo con la guida seguente, con alcuni consigli per individuare il prestito migliore.

PRESTITO
VOTO / VANTAGGI
CALCOLO PREVENTIVO GRATIS
Agos
agos
Fino a 30.000€
SCEGLI IL FINANZIAMENTO, RICHIEDILO ORA
Signor Prestito
si prestito
Cessione Del Quinto
PER DIPENDENTI PUBBLICI E PENSIONATI
Si Prestito
si prestito
Prestiti fino a 60.000
A PICCOLE RATE - ANCHE PER CATTIVI PAGATORI
Il Tuo Prestito
si prestito
Prestiti a condizioni vantaggiose
PER DIPENDENTI PUBBLICI E PRIVATI

A chi si rivolgono i prestiti per giovani

Un prestito personale per giovani è ovviamente un prestito che si rivolge alle persone di giovane età. Questo concetto potrebbe sembrare ovvio, ma ciò che invece non lo è affatto è l’età entro la quale una persona viene considerata tale. Infatti i prestiti personali per giovani hanno caratteristiche diverse a seconda della finanziaria o della banca che emette il prestito stesso. Da un confronto tra i prestiti personali dedicati ai giovani è infatti emerso come il concetto di giovane vari a seconda di chi emette il prestito. Abbiamo infatti individuato prestiti riservati agli under 30, prestiti con un limite di età di 35 anni o ancora prestiti che si rivolgono alle persone che non hanno ancora raggiunto i 40 anni.

Un tipo particolare di prestito per giovani è quello espressamente rivolto agli studenti o agli universitari; per questa tipologia specifica invitiamo a leggere la guida dedicata, presente sul sito.

Caratteristiche e requisti dei prestiti per giovani

I prestiti personali per i giovani non si differenziano nei concetti di base rispetto ad un prestito personale di tipo standard per quanto riguarda gli importi finanziabili. Tuttavia, in considerazione della giovane età del richiedente, sono previste possibilità di finanziamento anche in situazioni particolari, come ad esempio in presenza di disoccupazione o di assenza di una busta paga. È bene precisare che in realtà anche per coloro che non rientrano nella categoria dei giovani ma sono disoccupati o non possiedono una basta paga è possibile accedere ai prestiti personali. Tuttavia per gli adulti che rispondono a questo profilo sono previsti prestiti specifici, alle cui guide rimandiamo per ulteriori dettagli.

Per quanto riguarda invece i giovani disoccupati o senza busta paga, sono previsti prodotti dedicati, che tengono in forte considerazione questo tipo di profilo. Nel caso in cui il giovane non sia in possesso di una busta paga regolare, ad esempio perché svolge un lavoro atipico o saltuario, potrebbe essere richiesta la presentazione di una garanzia, sopratutto per gli importi molto elevati. In questo caso molto vantaggiosa è la presenza di una terza persona che possa assumere il ruolo di garante nei confronti del prestito personale richiesto dal giovane. Tipici casi di garanti sono ad esempio i genitori, ma sempre più spesso anche i nonni stanno assumendo questo ruolo, grazie alla possibilità data da un’entrata regolare come l’assegno pensionistico.

Le garanzie nei prestiti per giovani: la busta paga

Come avviene per i prestiti personali in generale, la presenza di una busta paga è un fattore molto importante nella concessione di un prestito per giovani. In questo caso la presenza di un reddito regolare è un fattore che fa valutare positivamente il profilo finanziario del giovane. A seconda della finanziaria o dell’istituto di credito che eroga il prestito, potrebbe essere proposta la sottoscrizione di una cessione del quinto, cioè di un particolare tipo di prestito personale che prevede che il pagamento delle rate avvenga tramite una trattenuta in busta paga, pari al massimo ad un quinto della paga base. In questo caso il giovane non deve fare nulla in quanto è il datore di lavoro ad effettuare il pagamento della rata stessa.

Alla ricerca del miglior prestito per giovani: i fattori da non trascurare

Nella ricerca del miglior prestito personale per giovani, fondamentale è il confronto tra diversi tipi di prodotti, tradizionali o online. L’utilizzo di un comparatore si presenta molto vantaggioso da questo punto di vista, sia per il risparmio di tempo che si può ottenere sia per la possibilità di confrontare tra loro moltissimi prestiti.

Nella considerazione del prestito migliore, consigliamo di valutare non solo il tasso di interesse applicato, ma anche l’ammontare della rata prevista dal piano di ammortamento. Soprattutto nel caso di lavoratori saltuari è bene individuare una rata massima sostenibile anche nei periodi di disoccupazione o di scarsa occupazione, in modo da evitare situazioni di impossibilità di pagamento del prestito. A questo scopo alcuni prestiti personali per giovani comprendono anche prodotti assicurativi specifici, che tengono lontano il ragazzo dal rischio di essere considerato un cattivo pagatore per l’impossibilità di far fronte all’impegno preso.