Le polizze per invalidità permanente

Le polizze per invalidità permanente garantisco il rimborso economico a favore dell’assicurato nel caso in cui questo dovesse rimanere invalido a causa di un infortunio o di una malattia.

A cosa servono?

L’invalidità di una persona, per qualsiasi causa sovvenga, rappresenta sempre e comunque una tragedia. La perdita di funzionalità di parte o di tutto il proprio corpo diventa un punto di non ritorno rispetto a quella che era sino a quel momento la nostra vita. Cambiano i rapporti con gli altri, cambia spesso la considerazione verso se stessi ed in molti casi, troppi, chi subisce un infortunio grave si trova anche a dover capire come poter andare avanti quando magari diventa impossibilitato a riprendere il proprio lavoro.

In questi casi una polizza contro l’invalidità permanente può essere vista, se non come una svolta, almeno come un aiuto fondamentale e incredibile per ricominciare a vivere potendo almeno contare su un minimo di sicurezza economica.

Il funzionamento di una polizza contro l’invalidità permanente è molto semplice. Da una parte c’è il contraente che aderendo alla polizza accetta di pagare annualmente un premio all’assicurazione che la eroga. Quest’ultima, nel caso un infortunio dovesse ridurre l’assicurato in uno stato di invalidità permanente gli riconoscerà un indennizzo che potrà essergli erogato o in un’unica soluzione o dilazionato nel tempo sotto forma di vitalizio.

Assicurazioni consigliate

Polizza salute
Caratteristiche e vantaggi
Calcolo preventivi gratuito
Logo Genertel
- Sistema di prevenzione Care program
- Instant benefit fino a 1000 euro per i beneficiari
- Contact plan per la liquidazione del capitale

Le specificità di una polizza invalidità permanente

In realtà questa specifica tipologia di polizza sulla salute può essere configurata per fare in modo che l’azione del rimborso non avvenga solo in seguito all’azione di un infortunio invalidante; ad esempio si parla di polizza contro l’invalidità permanente da malattia andando ad indicare con questa accezione quegli stati di invalidità che dipendono dal decorso di una patologia e non di un sinistro.

Sia che la polizza sia contro gli infortuni, sia che copra i danni da malattia, l’entità del rimborso erogato è stabilita a partire dalla percentuale di invalidità riconosciuta. Quest’ultima è la risultante di una analisi medica dettagliata che, basandosi su specifiche indicazioni fornite dall’INAIL, va ad inquadrare la gravità dell’invalidità secondo una percentuale che va da 0 al 100%.

Maggiore sarà la percentuale di invalidità, maggiore sarà il rimborso erogato dall’assicurazione.

Come scegliere la polizza migliore?

Per scegliere la migliore polizza contro l’invalidità permanente bisogna seguire due criteri, uno qualitativo ed uno economico. Il criterio qualitativo deve mirare a selezionare quelle offerte di polizza che meglio sono in grado di assecondare il livello di copertura di cui abbiamo bisogno rispondendo a queste semplici domande: quali sono gli eventi generanti invalidità per i quali è previsto il rimborso? Qual è l’entità del rimborso e le sue modalità di erogazione?

Il secondo criterio, di tipo economico, dovrebbe invece muoversi secondo questo schema; a pari qualità espressa meglio scegliere la polizza più economica.

È evidente che per poter effettuare una analisi secondo i criteri sopra elencati bisogna innanzitutto partire dal preventivo. Una tale analisi può diventare piuttosto pesante in termini di tempo se ci si costringe a girare per le singole agenzie di ogni diversa compagnia alla ricerca del preventivo migliore. Diverso è il discorso se invece ci si apre all’ipotesi di considerare una polizza online.

Un’apertura che porterebbe a tutta una serie di benefici nella nostra ricerca. Innanzitutto perché le polizze online sono generalmente più economiche e già questo è un punto a loro favore. In secondo luogo le polizze online sono anche più semplici da consultare.