Polizza infortuni

Le polizze infortuni tutelano l’assicurato in caso di infortunio ovvero di un evento generato da cause fortuite e violente che determina lesioni corporali con danni temporanei o permanenti.

Perché stipulare una polizza infortuni?

In casa ci sentiamo sicuri, per quanto ci sarebbe da discutere anche su un tale assunto: ma fuori dalle mura domestiche, sul posto di lavoro, mentre siamo alla guida della nostra automobile o anche semplicemente quando ci troviamo in un ambiente esterno siamo costantemente esposti a pericoli più o meno  seri.

Non ce ne accorgiamo, perché fortunatamente, nella stragrande maggioranza dei casi tali pericoli rimangono solo potenziali; ma quando invece accade che tale potenzialità si trasforma invece in un vero e proprio sinistro con tanto di conseguenze evidenti e tangibili sul nostro corpo, allora sì che prende forma e senso una polizza infortuni.

Si tratta di una assicurazione mediante la quale il beneficiario, in caso di sinistro che gli causi danni fisici evidenti ed oggettivi ha diritto ad un rimborso economico da parte della compagnia presso la quale è stipulata la polizza; rimborso, o indennizzo, il cui ammontare può essere proporzionale o alla gravità del danno subito o alla prognosi causata.

Calcolo preventivi gratuito

Polizza salute
Caratteristiche e vantaggi
Calcolo preventivi gratuito
Logo Genertel
- Sistema di prevenzione Care program
- Instant benefit fino a 1000 euro per i beneficiari
- Contact plan per la liquidazione del capitale

Quali sinistri sono coperti da una polizza infortunio?

In qualche modo possiamo vedere la polizza infortuni come una particolare formula di polizza sulla salute. La differenza in questo caso è che ad essere soggetti ad indennizzo sono tutti quei sinistri che portano a morte o invalidità temporanea o permanente dell’assicurato. In altre parole una bronchite causata dal freddo in cui, ad esempio, operano alcuni operai del settore alimentare non è coperta da infortuni (in casi come questi bisognerebbe piuttosto far riferimento ad una polizza per il rimborso delle spese mediche); ma se lo stesso operatore muore asfissiato durante il servizio allora la sua famiglia avrà diritto al rimborso previsto dalla polizza infortuni.

Più in dettaglio i casi di sinistro coperti dalla polizza salute sono tutti quelli che rientrano nell’esposizione a fattori termici o meteorologici, le asfissie e gli assideramenti, gli annegamenti, gli avvelenamenti, i danni conseguenti a sforzi, le calamità naturali, i viaggi arerei, i danni da attività sportive ed anche tutti quelli causati da una grave imperizia dell’assicurato.

Quelli sin qui elencati sono i casi di copertura “classici”; tuttavia è buona norma leggere e quindi conoscere con esattezza le coperture previste indicate all’interno del preventivo che la compagnia è tenuta a fornire al contraente prima dell’acquisto della polizza stessa.

Quali casi non sono coperti?

Esistono allo stesso modo diverse casistiche in cui la compagnia, anche a seguito di infortunio, si riserva il diritto di non erogare il rimborso previsto. Rientra in questa casistica l’infortunio causato da ubriachezza o dall’assunzione di psicofarmaci o droghe da parte del contraente.

Il mancato rimborso può anche avvenire nel caso in cui l’assicurato non abbia provveduto ad avvisare la propria compagnia del cambio della propria professione o perché magari la polizza prevede una franchigia il cui valore è superiore al rimborso spettante.

Le coperture aggiuntive

Nell’esempio che abbiamo visto prima dell’operatore alimentare si notava come, solitamente, le polizze infortuni non prevedono una specifica copertura economica anche per i casi in cui il proprio assicurato sia vittima di malattia, ovvero di un problema di salute che, pur non arrecandogli un vero e proprio danno fisico, lo rende per qualche periodo incapace di lavorare e quindi di provvedere da solo al proprio sostentamento economico.

Le compagnie assicurative, soprattutto nel corso degli ultimi anni, hanno cercato in qualche modo di colmare l’assenza di un prodotto specifico che coprisse anche queste casistiche con la polizza malattia ed infortuni.

Come chiaramente espresso dal nome si tratta di un prodotto assicurativo che comprende al suo interno tutte le coperture tipiche di una polizza contro la malattia oltre a tutte quelle, che abbiamo appena visto, di una polizza infortuni.

Meglio una polizza infortuni online o tradizionale?

Così come la nascita delle polizze malattia ed infortuni è un fenomeno recente, lo è anche la comparsa della polizza infortuni on line. Di cosa si tratta? È una assicurazione contro gli infortuni a tutti gli effetti e quindi vive delle stesse regolamentazioni di legge delle polizze infortuni che potreste acquistare in una agenzia assicurativa tradizionale o presso un broker.

Rispetto a queste ultime però la polizza online ha due differenze. La prima e più evidente riguarda le procedure di acquisto e di gestione; nessuna fila in agenzia, nessun appuntamento ad hoc con il broker; chi vuole acquistare o anche semplicemente consultare la propria polizza infortuni online deve solo alzare il telefono o connettersi ad internet al sito della compagnia, e lo può fare in ogni momento ed ovunque si trovi.

La seconda differenza evidente è nel prezzo: per diverse ragioni, di marketing ma anche di organizzazione industriale, le assicurazioni online sono solitamente meno costose di quelle vecchio tipo, spesso anche del 50 e del 80%.

Come trovare la miglior polizza infortuni?

Non esiste in generale una definizione unica di “migliore polizza infortuni”. Esistono invece le convenienze che variano da assicurato ad assicurato. Ad esempio c’è chi scartabella tutte le offerte online e tutte quelle proposte dalle agenzie tradizionali pur di trovare le migliori polizze sanitarie, ovvero quelle in grado di assicurare il maggior numero possibile di coperture.

Sono polizze che hanno un evidente valore, non ultimo economico che non tutti possono permettersi. Solitamente queste polizze molto costose e vengono acquistate dalle grandi aziende che a loro volta poi le rigirano sotto forma di benefit ai propri impiegati, dirigenti e manager. Le aziende, oltre ad avere una maggiore capacità di spesa possono anche beneficiare di diversi vantaggi fiscali derivanti dall’acquisto di polizze infortuni.

Chi invece punta al risparmio dovrebbe invece mettere diverse polizze infortuni a confronto e trovare così quella che, pur offrendo lo stesso grado di tutela contro gli infortuni, ha il costo minore. È un lavoro che può richiedere tempo, non più di un’ora, ma che certamente da i suoi frutti in termini di risparmio visto che tra una compagnia e l’altra ci sono sovente evidenti differenze di prezzo per la stessa tipologia di prodotto.