I conti deposito con interessi anticipati

I conti deposito con interessi anticipati permettono al titolare di ricevere gli interessi attivi al momento dell’attivazione del conto.

Caratteristiche e vantaggi

Se cercate uno strumento finanziario per custodire il vostro denaro e movimentarlo a seconda delle vostre esigenze allora non vi serve un conto deposito. Se invece avete un gruzzoletto di denaro da parte e siete alla ricerca di un sistema di investimento di queste cifre che sia allo stesso tempo redditizio ma sicuro, senza i rischi legati ad alte forma di investimento come al borsa ed il trading, allora il conto deposito è il prodotto che fa per voi.

Grazie ai loro rendimenti, questi strumenti conservano al proprio interno le caratteristiche di sicurezza di un conto corrente e la redditività degli investimenti sulle obbligazioni rilasciate dalle pubbliche amministrazioni.

I migliori conti deposito con interessi anticipati

Conto deposito
Caratteristiche
Voto
Attivazione conto
Ing Direct
conto arancio


- Vincolato a 12 mesi Tasso Lordo: 1,2 %
- Non vincolato: Tasso base 0,4 %
Che Banca!
conto deposito chebanca


- Vincolato a 3, 6, 12 mesi: Miglior Tasso : 1,8 %
- Non vincolato: Tasso base 0,5 %

Qual è il tasso di interesse medio di un conto deposito? Sarebbe sbagliato dare qui delle cifre perché queste percentuali sono sottoposte a fluttuazioni importanti nel corso del tempo. C’è però un numero che si può dare che è quello relativo al rapporto tra i tassi di interesse medi di un conto deposito e quelli (sempre medi) di un conto corrente tradizionale: ebbene da tale rapporto emerge che nel corso di questi anni il conto deposito ha avuto rendimenti mediamente quattro volte superiori a quelli di un conto corrente.
Il calcolo degli interessi di un conto deposito è molto semplice. Si prende in considerazione il tasso di interesse attivo netto e lo si applica alla giacenza. Ad esempio su una giacenza di circa 10 mila euro un tasso netto del 2% porterà ad un rendimento finale di 200 euro circa.

La domanda da porsi però è un’altra: posto che abbiamo chiarito che i tassi di un conto deposito sono più alti di quelli di un conto corrente, posto che sappiamo anche a livello matematico come calcolare il rendimento, quando vengono erogati questi interessi?

Mentre con i conti correnti gli interessi eventualmente presenti vengono sempre erogati o durante il periodo di maturazione o alla fine dell’anno, con i conti deposito esiste anche la possibilità che la banca eroghi tali interessi in anticipo.

Per capire in che modo torniamo all’esempio di prima ovvero a quello di una giacenza di 10 mila euro con tassi netti al 2%. Normalmente i 200 euro di rendimento dovrebbero essere erogati dalla banca dopo 12 mesi a partire dal momento in cui i 10 mila euro di cui sopra sono stati depositati.

Esistono però delle specifiche formule di conto deposito, ovvero i conti deposito con interessi anticipati, in cui invece questi interessi vengono erogati dalla banca il giorno stesso in cui la cifra viene depositata. Quando questo avviene potrebbe però accadere che la banca imponga un vincolo (si parla allora di conto deposito vincolato) sulle cifre depositate: quando il vincolo viene attivato il titolare è tenuto a ritirare la giacenza non prima della scadenza dello stesso vincolo, pena il dover risarcire alla banca tutti gli interessi anticipati e magari anche qualche penale.