Polizze moto temporanee, a consumo e sospendibili

Quando si usa la moto per periodi di tempo limitati conviene prendere in considerazione la stipula di una polizza temporanea, a consumo o sospendibile.

Quando convengono?

Nella stragrande maggioranza dei casi, chi acquista una polizza moto sceglie la forma annuale, che ha una durata di 12 mesi a partire dal giorno della stipula. Cosa avviene però durante i mesi invernali quando fa troppo freddo e la moto rimane in garage, o allo stesso modo durante i mesi estivi quando siamo lontani da casa per diverse settimane e, ancora una volta, la moto è sempre parcheggiata in garage? Accade che con una polizza assicurativa annuale continueremo a pagare per non usufruire in realtà di nessun servizio.

Quella della stagionalità di utilizzo è una problematica tipica delle moto e meno delle auto che invece, mediamente, vengono utilizzate più o meno allo stesso modo durante tutto l’arco dell’anno. Ecco perché sempre più centauri decidono di assicurare il proprio mezzo con una polizza moto temporanea o sospendibile, risparmiando così diverse centinaia di euro ogni anno. Si tratta di formulazioni simili tra loro ma che hanno anche dei punti differenzianti molto importanti.

Preventivi online gratuiti

Polizza Moto
Caratteristiche e vantaggi
Calcolo preventivi gratuito
Logo Genertel
Sospensione e attivazione polizza gratis
Soccorso stradale "all inclusive"
Assistenza clienti dal lunedì al sabato + numero verde
STESSA CLASSE DI MERITO POLIZZA AUTO GENERTEL

Le polizze moto temporanee

La polizza moto temporanea, come dice la parola stessa, è una polizza a tempo. È utile quando si ha la ragionevole certezza di utilizzare la propria moto per un periodo di tempo molto limitato. Un caso tipico di utilizzo di una polizza moto temporanea è quello di chi possiede uno scooter che utilizza solo durante le ferie estive per muoversi dalla sua casa al mare verso le spiagge.

Per un mezzo del genere non avrebbe alcun senso scegliere una polizza moto tradizionale con copertura annuale, perché per almeno nove mesi non faremmo altro che pagare per un servizio di cui non staremmo usufruendo.

Un’altra tipologia di assicurazione temporanea è la polizza moto semestrale; anche in questo caso la durata della copertura assicurativa è limitata e lo è per un periodo di tempo definito in sei mesi.

Le polizze moto sospendibili

Diverso è invece il discorso per le polizze moto sospendibili. Questa seconda tipologia è più simile alle polizze tradizionali; anzi è possibile dire che una polizza moto sospendibile nasce come una assicurazione annuale, ha praticamente lo stesso costo, ma ha il vantaggio di poter essere sospesa una o più volte nel corso del tempo.

Cosa significa? Significa che grazie alla sospensione, di fatto, si va ad allungare la durata della polizza. Esistono specifiche regole che l’assicurato deve rispettare nella gestione di una polizza sospendibile; regole che vengono elencate all’interno del foglio informativo fornito al momento dell’acquisto.

Molte compagnie ad esempio impongono un tetto massimo di una sola sospensione durante l’arco di utilizzo della polizza, con una durata minima di un mese. Altre compagnie invece danno carta bianca rispetto alle volte in cui la polizza può essere sospesa, ed anche rispetto alla durata minima della sospensione; in tali casi però potrebbe essere applicato un costo aggiuntivo da corrispondere alla compagnia stessa.

Le polizze moto a consumo

In generale sia le polizze sospendibili che quelle a tempo hanno il vantaggio di offrire la copertura assicurativa solo per il periodo di tempo in cui il mezzo viene utilizzato. Funziona in maniera simile, ma secondo logiche differenti, la polizza moto a consumo. In questo caso non è il tempo a determinare la validità ed il costo della polizza, ma i chilometri percorsi. In altre parole, più si guida, più si paga; e vale anche il viceversa.

In molte formulazioni di polizza moto a consumo oggi presenti sul mercato viene utilizzato uno schema tariffario non lineare; significa che l’assicurato già in fase di stipula della polizza paga una prima parte di premio che viene imposto a prescindere (anche a chi percorrerà 0 km), e successivamente pagherà una seconda parte di premio in maniera proporzionale ai chilometri percorsi.

Proprio perché la compagnia ha bisogno di conoscere in maniera puntuale l’entità degli spostamenti, nel caso in cui si decida di acquistare una polizza moto a consumo bisognerà anche accettare l’installazione a bordo del nostro mezzo di una sorta di scatola nera con gps integrato, in grado di fornire in tempo reale alla compagnia la nostra posizione e la percorrenza giornaliera.

Cosa valutare prima di acquistarle?

Polizze moto sospendibili, a tempo, semestrali e a consumo. Prima di acquistare ogni motociclista dovrebbe valutare attentamente qual è a formula che meglio si addice al proprio caso d’uso. Una volta definita “la propria strada” non resta che acquistare la polizza stessa.

Oggi, a differenza di ieri, esistono sul mercato offerte molto diverse tra loro, anche per ciò che riguarda il prezzo. Per questo è consigliabile valutare non un solo preventivo, ma almeno una decina, in modo da avere così un più ampio ventaglio di offerte tra cui scegliere, andando a considerare non solo le proposte delle compagnie tradizionali ma anche quelle delle assicurazioni online che con i loro prezzi sono ad oggi quelle più a buon mercato.

CONFRONTO PREVENTIVI