Calcolo interessi prestito personale: Consigli utili

Gli interessi sono un aspetto fondamentale per chi sottoscrive un prestito personale, di qualsiasi importo. Scopriamo come calcolare l’interesse dovuto su un prestito, applicando la formula per il calcolo degli interessi ad un esempio pratico.

Quale interesse considerare per il calcolo?

Per il calcolo degli interessi su un prestito personale, è bene considerare il TAEG, cioè il tasso di interesse globale, che tiene conto non solo del puro interesse, ma anche delle spese accessorie che concorrono a determinare la rata del prestito stesso. Per questo motivo il TAN è meno indicativo rispetto al TAEG, che si presta anche all’utilizzo per la comparazione tra loro di diversi prestiti personali, in quanto rappresenta l’indicatore che maggiormente è in grado di indicare l’effettivo costo del prestito.

PRESTITO
VOTO / VANTAGGI
CALCOLO PREVENTIVO GRATIS
Agos
agos
Fino a 30.000€
SCEGLI IL FINANZIAMENTO, RICHIEDILO ORA
Signor Prestito
si prestito
Cessione Del Quinto
PER DIPENDENTI PUBBLICI E PENSIONATI
Si Prestito
si prestito
Prestiti fino a 60.000
A PICCOLE RATE - ANCHE PER CATTIVI PAGATORI
Il Tuo Prestito
si prestito
Prestiti a condizioni vantaggiose
PER DIPENDENTI PUBBLICI E PRIVATI

La formula per il calcolo degli interessi

Il calcolo degli interessi di un prestito personale non è diversa dalla formula degli interessi in generale. L’interesse infatti è dato dalla moltiplicazione del capitale, per i giorni di durata del prestito, moltiplicati per il tasso applicato, il tutto diviso per 36.500.
Nel caso in cui l’intesse applicato sia annuo, la formula è più semplice e corrisponde alla moltiplicazione del capitale per il tasso, il tutto diviso per cento.

Facciamo un esempio pratico.
Un uomo ha richiesto un prestito di 5.000 euro ad un tasso di interesse annuo del 5%. Egli intende restituire l’importo ricevuto in 3 anni. Applicando la formula spiegata in precedenza l’interesse sarà quindi pari a 5.000 euro per 3 anni per 5%, il tutto diviso cento, cioè 750 euro.

Si tenga presente che la formula indicata rappresenta il calcolo dell’interesse semplice, utile per capire l’ammontare dell’interesse. Questo non corrisponde però all’interesse che verrà effettivamente versato. Per un riferimento specifico è bene fare riferimento al piano di ammortamento fornito con il prestito personale, che indica nel dettaglio l’ammontare della rata e permette di calcolare gli interessi che verranno effettivamente corrisposti.
Tuttavia il calcolo dell’interesse sul prestito personale è essenziale per poter comprendere quanto effettivamente il prestito costerà a chi lo richiede.

Attenzione al piano di ammortamento

Del piano di ammortamento abbiamo parlato dettagliatamente nella guida apposita presente sul sito. Si tenga però presente che a seconda del piano applicato potrebbe cambiare anche la modalità di calcolo del tasso di interesse e della rata periodica. Di solito nei prestiti effettuati in Italia il piano utilizzato è quello alla francese, che prevede il pagamento di una rata costante per tutta la durata del prestito e un piano di rate nelle quali la quota capitale e la quota interessi sono inversamente proporzionali. Infatti la quota delle due parti varia nel tempo, con la quota interessi che decresce progressivamente, mentre la quota capitale aumenta con il trascorrere del tempo del prestito personale. Questo significa in pratica che le prime rate corrispondono al pagamento della sola quota interessi, mentre le ultime, semplificando, verranno pagate solo per la restituzione del capitale ricevuto. La forma del piano di pagamento è in sintesi la motivazione per la quale il calcolo dell’interesse semplice non corrisponde esattamente agli interessi che verranno effettivamente pagati nel periodo di rimborso del prestito personale ricevuto.