Polizze viaggio USA

Le polizze viaggio sanitarie sono indispensabili per chi desidera visitare gli Stati Uniti. Negli USA, infatti, non esiste un sistema sanitario nazionale come quello italiano.

A cosa servono?

Gli Stati Uniti sono una delle mete preferite degli italiani per i viaggi di media e lunga durata, ed in particolare sono in cima alle preferenze delle giovani coppie che organizzano il proprio viaggio di nozze. Dalla East Coast di New York, alla West Coast californiana, passando per i grandi parchi e la Florida, non esiste una sola area degli Stati Uniti che non meriti di essere visitata.Certo quello verso gli Usa è uno spostamento importante. Quasi 10 ore di volo in media e migliaia di chilometri lontani da casa.

Ma con una polizza viaggio possiamo assicurarci contro tutti i possibili imprevisti che possono occorrere durante la nostra permanenza negli States. Le coperture tipiche che è possibile far rientrare in una polizza di questo tipo sono diverse. Le più tipiche sono quelle che ad esempio prevedono il rimborso in caso di furto, danneggiamento o dispersione del bagaglio. Ci sono poi delle polizze di annullamento del viaggio che ci rimborsano il suo costo di acquisto nel caso all’ultimo momento ci è impedito di partire a causa di gravi problemi personali o famigliari (anche di salute).

 

I costi dell’assistenza medica negli Stati Uniti

Benché quella sul bagaglio e sull’annullamento siano due tasti “caldi” quando si parla di assicurazioni per i viaggi, se ci riferiamo agli Stati Uniti il nostro primo pensiero dovrebbe essere quello di acquistare una polizza sanitaria per il viaggio. Una tale previdenza non deve farci sentire dei mena grami. È molto probabile infatti che durante tutto il corso della vacanza non avremo bisogno di accedere all’assistenza sanitaria locale. Ma se dovesse accadere grazie ad una polizza di questo tipo potremo risparmiare un sacco di soldi.

Negli Stati Uniti infatti (a differenza dell’Italia) non esiste un servizio sanitario nazionale gratuito. Questo significa che in caso di malore o di infortunio è necessario accedere a dei centri privati i cui costi sono assolutamente esorbitanti. Alcuni esempi? Un semplice esame radiografico che in Italia anche privatamente può costarci circa 100 euro, negli Stati Uniti arriva a sfiorare i mille dollari.

Ed è nulla rispetto ad altri tipi di cure: una appendicite ci costa decine di migliaia di dollari, un’operazione di urgenza per un incidente stradale o per un infarto ha un costo superiore ai 100 mila dollari. Siete disposti a vendervi casa per un imprevisto di viaggio? Certamente no, e per questo ormai tutte le principali agenzie di viaggio che organizzano vacanze alla volta degli Stati Uniti consigliano fortemente l’acquisto di una polizza sanitaria da sfruttare durante i giorni di permanenza negli States.

Come scegliere una polizza sanitaria per un viaggio negli Usa?

Ora che abbiamo capito la necessità di una polizza di viaggio per gli Usa cerchiamo di capire qual è l’approccio migliore per acquistarne una. Intanto dobbiamo definire il tipo di servizio di cui vogliamo fruire: vogliamo semplicemente una assicurazione che si occupi di rimborsarci le eventuali spese sostenute per l’assistenza medica negli Stati Uniti o vogliamo una copertura più completa?

Esistono infatti diverse compagnie che sono in grado di assicurare una vera e propria organizzazione in loco in grado di prendersi cura dell’assicurato in caso di necessità. Di solito è prevista la presenza di un numero di prima assistenza che indica all’assicurato cosa fare e dove andare. Successivamente la stessa organizzazione di farà carico di predisporre l’accompagnamento del malcapitato presso una struttura sanitaria in grado di offrirgli le cure di cui ha bisogno.

La stessa compagnia provvederà infine a concordare con l’ospedale il pagamento di tutte le prestazioni eseguite, scaricando in questo modo l’assicurato da una tale incombenza. Nella peggiore delle ipotesi la polizza sanitaria stipulata può essere anche utilizzata per far rientrare la salma di un assicurato deceduto negli Usa fino al suo rientro a casa in Italia.

Dopo aver capito quelli che sono i servizi di cui abbiamo bisogno dobbiamo andare a selezionare tutta una serie di preventivi in grado di garantire tali coperture. A parità di servizio offerto dovremo ovviamente scegliere il preventivo che comporta un costo più basso per noi. Non è un’operazione immediata ma con un po’ di pazienza potremo risparmiare anche qualche centinaio di euro senza però rinunciare a nulla.

Su internet è possibile acquistare quelle che vengono definite in gergo le polizze sanitarie online; sono prodotti assicurativi sicuri ed in linea con gli standard delle polizze tradizionali, ma vengono chiamati così perché si vendono su internet o al telefono. Molti viaggiatori, soprattutto i più giovani, le scelgono per due motivi principali: il primo è il prezzo. Una assicurazione sanitaria online, anche per gli Stati Uniti, costa in media il 20% in meno rispetto ad una tradizionale. Ed in secondo luogo sono anche molto comode: per acquistarle non è infatti necessario recarsi presso una agenzia ma basta connettersi ad internet o contattare telefonicamente la compagnia.